domenica 26 giugno 2016

Buona domenica



Ascoltiamo il nostro piccolo amico e sarà un buon giorno




Buone idee a tutti!                                                                                                                

domenica 19 giugno 2016

Riordinare ci cambia la vita?


Ciao  a tutti,




La lettura del libro di Marie Kondo, mi ha fatto pensare che prima di ogni evento importante ho sempre riordinato  casa, pulito e sistemato  con un'enfasi eccezionale, tanto da avere ben poco tempo ed energia da dedicare "all'evento"!

Forse l'obiettivo non è il riordinare ma distogliere la mente dal problema, dal caos che quel problema mi porta, avere da fare ora per rimandare a dopo l'ansia che quell'evento  genera.

Ma siccome rimandare non mi ha mai portato bene, la soluzione suggerita dal libro forse fa per me:

riordinare definitivamente i miei spazi per concentrarmi su di me e su ciò che voglio fare, forse così posso anche riordinare la mia vita.

Quante volte mi sono detta:"Ho un sacco di cose da fare e non ho il tempo per farle".

"Se non avessi tutte queste cose da fare andrei avanti con il lavoro".

Le incombenze quotidiane le ho sempre viste come un intralcio, ma ora vorrei ridare loro una dignità,
perché se vissute bene ci permettono di vivere bene.

Sono sgradevoli perché noi le rendiamo tali, ma se dedichiamo loro impegno ed attenzione contribuiranno al nostro benessere.

Riordinare definitivamente i nostri spazi per poterci dedicare con la mente e con il cuore alle nostre incombenze quotidiane.


Buone idee a tutti!




E' sempre Snoopy


Buona domenica  a tutti,

iniziamo la giornata con un pensiero dolce




Buone idee a tutti!                                                                                                                                   




sabato 18 giugno 2016

Mela prima della cottura



Ciao a tutti,

oggi ho iniziato al corso di pittura a dipingere una mela su un piattino da muro:


ecco il risultato prima della cottura, ed è anche la prima stesura



Buone idee a tutti!                                                                                                                                

mercoledì 15 giugno 2016

Miti da sfatare



Ciao a tutti,

dopo  la riflessione che trovate nel post Qualcosa di nuovo, ho letto tutto il libro di Marie Kondo ed

ho capito che:

Essere ordinati non è una dote innata quindi Si può imparare ed insegnare.

La prima conseguenza importante è che ho smesso di insistere con mia figlia affinchè tenesse in ordine la sua stanza,  smettendo di  credere che "Crescendo imparerà"!

Ho smesso di sprecare tempo in questa inutile crociata,  coinvolgendola a volte nel mio processo di apprendimento e  lei ha avuto delle reazioni molto divertenti delle quali vi parlerò in altri post.

Gli errori fondamentali fatti fino ad ora sono tre:

1- le "Pulizie di Pasqua": grande fatica, giornate passate a lucidare, spostare mobili, arrampicarsi   sulle scale ma il disordine come un "blob" ricompare sempre



2 - Riordinare  una stanza alla volta, finita l'ultima si ricomincia da capo, nel grande "loop delle  pulizie"




3- Comprare scatole, scatoline, portatutto e accessori per organizzare gli spazi, così alla fine hai   anche queste cose ad intralciarti


Un esempio emblematico per me è stato questo porta folulards


ne ho comprati due, ingombravano nell'armadio, i foulards comunque erano tutti uno sull'altro, veramente scomodo, li ho eliminati, ed ecco  i miei foulards dopo aver applicato ad essi il metodo Komari (da Marie Kondo)


non si stropicciano, li vedo tutti a colpo d'occhio, ma di questo riparleremo.

Se non si fa una stanza alla volta, se non si fa tutto in una volta, se non si fanno liste, se non si comprano contenitori e portaoggetti, che si fa?

Si cambia domanda: "Ma tutte queste cose che ho accumulato e sto cercando di riordinare, mi servono davvero"?

Quindi prima di riordinare bisogna buttare le cose che non ci servono, e cercare di capire, perchè, se non ci servono, ancora le conserviamo.



Buone idee a tutti!




                                                                                                                                                                                   

                                                                 
                                                                                 


lunedì 13 giugno 2016

Una camicia nuova



Ciao a tutti,

ho ritrovato questa camicia dal taglio un po' maschile, per renderla particolare e colorata ho trovato questa soluzione:





Buone idee a tutti!                                                                                                                          




domenica 12 giugno 2016

Coloratissimi gufetti



Ciao a tutti,

due grembiuli con coloratissimi gufetti cuoco e sommelier




Buone idee a tutti!                                                                                                                              


Grembiule con gufetto portafortuna


Ciao a tutti,

come scritto nel post Qualcosa di nuovo, dopo aver iniziato "il riordino" dei miei spazi, che dovrà

essere definitivo e portatore di uno stile di vita diverso, sono tornata a dipingere sula stoffa, con

questi risultati






Buone idee a tutti!


Qualcosa di nuovo


Ciao a tutti,

torno al blog per condividere con voi

con l'etichetta "Pensieri in Libertà" il frutto delle mie riflessioni durante questo periodo di assenza.

Marzo e Aprile sono stati mesi particolari, ho fatto diversi lavori, molti altri li ho trascurati, come il

 chiacchierino e l'uncinetto, ma  l'ultimo lavoro fatto con vera soddisfazione è stato il

 vassoio con le pere.

Ho lavorato  ma con meno slancio, non riuscendo ad organizzare bene gli impegni

quotidiani;  "Mi serve più tempo" era il mantra che andavo ripetendo a me stessa, così le mie

giornate erano suddivise in segmenti di cose da fare, scritte nero su bianco,  spostando, così,

l'attenzione sul  tempo non sul  lavoro:

2 ore del giorno da dedicare al chiacchierino, piuttosto che a dipingere, o 1 ora da dedicare alle

telefonate agli amici, o a sistemare casa, e in un attimo   scrivere bene la lista diventa il lavoro

primario,   la qualità del lavoro si adatti al tempo a disposizione e non viceversa.

Ma imparare richiede tempo, quindi ho smesso di imparare, e sono  diminuiti entusiasmo e 
passione.

La vera novità e che sono riuscita a riconoscere in questo  uno  schema che periodicamente  si

ripresenta, e mi sono chiesta:

"Ma se invece di suddividere la giornata in segmenti o frazioni misurassi il tempo in base alle cose

realmente importanti per me?";  ho spostato la mia attenzione dalla quantità alla qualità,   le cose

che per me hanno vera importanza devono  misurare il trascorrere del tempo, e le cose veramente

importanti non sono molte quindi si riesce a farne di più e meglio.

 "Qual'è la cosa che mi  ruba più tempo, alla quale comunque non posso  rinunciare  che devo

imparare a fare con meno fatica e più velocemente"?

La risposta è semplice ed immediata: pulire e tenere in ordine la casa.

Una casa pulita ed in ordine fa parte del mio stile di vita, ma si può uscire dagli schemi casalinghi

fino ad ora praticati?

In questo stato d'animo ho scoperto
Marie Kondo con il suo "Il magico potere del riordino" e

Dominique Loreau con "L'infinitamente poco"

Ho iniziato il percorso per rimettere ordine nei miei spazi domestici, ritrovare serenità e tempo

 qualitativamente migliore, perché nella filosofia zen il riordino fisico è un rito che produce vantaggi

spirituali, libera la mente, ci libera dai vincoli del passato, valorizza le cose inducendo a fare meno

acquisti e quindi ad accumulare meno per un ordine migliore delle cose.

Come già scritto in passato, in questo blog scrivo solo di cose che sperimento personalmente, dall'artigianato, alle ricette, ora il riordino dei miei spazi per avere tempo qualitativamente migliore.


Buone idee a tutti!