martedì 24 marzo 2015

Spiegazioni

Per il cestino a coniglietto mi sono ispirata al tutorial che trovate qui:
Amigurumi Bunny Basket


Per  le orecchie ho rivestito del filo di metallo per bigiotteria con della lana pelosetta, e le ho inserite nel cestino, volevo dare questa sensazione di morbido.











Mentre per la  scatolina:

cerchio  magico


1° giro: 1 cat, 8 maglie basse, chiudere con una maglia bassissima nella catenella iniziale

2° giro: 1 cat, 2 maglie basse in ogni maglia bassa ,chiudere con una maglia bassissima nella                            catenella  iniziale (16 maglie basse)

3° giro: 1 cat, *1 maglia bassa, 2mb insieme*, ripetere la sequenza negli asterischi fino ad avere 24mb, chiudere con una maglia bassissima nella catenella iniziale

4° giro: 1 cat, 1mb in ogni mb, chiudere con una maglia bassissima nella catenella iniziale

5° giro:  1 cat, ripetere il terzo giro fino ad avere 36 maglie basse.

dal 6° all' 11° giro 1mb in ogni maglia bassa, chiudere sempre con una maglia bassissima nella   catenella iniziale.

12° giro: un punto gambero ( maglia bassa lavorata andando a ritroso) in ogni maglia bassa del giro                    precedente.

La base del cestino è finita, per poterci regolare con l'apertura e per dare maggiore solidità, quando chiudiamo il giro a punto gambero, lasciamo il filo un po' lungo e con l'ago lo passiamo all'interno del punto gambero, se serve possiamo stringere l'apertura del cestino.



Possiamo fare un fiore per chiudere il cestino, ma tempo fa avevo dipinto un ciondolo in ceramica, pittura a terzo fuoco, gli ho creato una base, sempre con il solito schema,

anello magico - maglie basse - aumenti fino alla larghezza che occorre,

anche in questo caso l'ultimo giro è a punto gambero, in modo da inserire dentro il ciondolo









Ecco il risultato finale



Questo è un blog di idee, mi piacerebbe sapere come avreste fatto voi questa scatolina

giovedì 19 marzo 2015

Coniglietto con bomboniera

Ciao a tutti,

vi presento un  cestino coniglietto per le uova di Pasqua, e una piccola idea simpatica per una bomboniera.





in un prossimo post  la spiegazione per realizzarli.

lunedì 16 marzo 2015

Silvia Todeschini: Piccole rose

Silvia Todeschini: Piccole rose: Roselline step by step Le roselline sono uno dei primi soggetti che si affrontano quando si in...

A pranzo da amici

Ciao a tutti,

da qualche anno ho scoperto la pittura su porcellana e ceramica a terzo fuoco, il mio colore preferito è il rosso e tra i soggetti che amo dipingere ci sono i peperoncini.

Questo hobby mi permette di regalare oggetti unici e personalizzati, infatti ieri ad una mia amica,
cuoca bravissima e amante di piatti piccanti, insieme al vino ho  portato questa oggetto,perfetto per portare a tavola il peperoncino.




Vi piace?





sabato 14 marzo 2015

Le ferratelle o "pizzelle" d' Abruzzo senza glutine

Ciao a tutti

oggi voglio condividere la ricetta delle Ferratelle abruzzesi che ho trovato su un ricettario della

Bi-Aglut, a me vengono bene solo con la loro farina per pane e paste lievitate confezione da 1kg.

Occore lo stampo manuale per ferratelle o cialde



Ingredienti:
3 uova intere, 50g farina per pane e paste lievitate Bi-Aglut, 50 g di zucchero, 50 g olio extra vergine d'oliva, scorza grattugiata limone o arancia.
La ricetta dice di  impastare tutto insieme, io invece monto bene le uova con lo zucchero, poi aggiungo il resto degli ingredienti.

Con un pennello passate un po' di olio sullo stampo, lo appoggiate sulla fiamma del gas per scaldarlo da entrambe le parti.

Quando è caldo prendete un po' di impasto con un piccolo mestolo
                                                                                               

chiudete lo stampo, uscirà un po' di impasto, rimuovetelo, attendete qualche minuto, girate per far cuocere dall'altra parte ,l'esperienza vi darà i tempi giusti..                                                                        



Alla fine avrete tanti piccoli cuori, buoni così, ma se li farcite con Nutella o Nutella e mascarpone

andranno decisamente a ruba,

Fatemi sapere cosa ne pensate                                                                                






venerdì 13 marzo 2015

El tallercito - Aida Domínguez - Cuerda seca

Personalizza la maglietta


Ciao a tutti,

sto dipingendo le magliette di allenamento per la squadra di volley dove gioca mia figlia, sullo striscione avevamo  dipinto le gabbianelle in volo

per le  magliette, su consiglio dell'allenatrice, ho cercato una immagine che dimostrasse fierezza senza troppa aggressività,  cercando su internet ho trovato il papà di Kimba il "leone bianco", ho fatto  un collage di più immagini ed è venuto fuori questo



Nel prossimo post vedremo come ho riportato l'immagine sulla maglietta e il risultato finale.

Spero vi piaccia questo papà di Kimba


Kimba Papà(prima parte)


Passaggi per arrivare  al disegno sulla maglietta

lavare il capo da dipingere, soprattutto se nuovo,  per permettere una migliore adesione del colore,






ricalcare i contorni dell'immagine su carta lucida               
















ripassare  le linee nella parte posteriore della carta con una matita bianca, quella che vedete è specifica per stoffa, è vetro-grafica.













appoggiare  sulla maglietta la carta dalla parte della matita bianca,e facendo pressione lungo le linee si trasferisce l'immagine,  oppure si può passare il ferro da stiro tiepido.











Ho riportato solo il contorno perchè essendo la maglietta blu,si deve prima  dipingere di bianco tutta la figura poi aggiungere gli occhi, il naso l'orecchio e altri particolari.

Siamo pronti per la pittura!!!!!!!!!

Kimba (seconda parte)


Ricordatevi di mettere un cartoncino sotto lo l'immagine da dipingere, in modo da non sporcare il retro della maglietta, e poiché è scura, andranno dati più strati di bianco, facciamo asciugare prima di ridare colore.

Un'altra cosa a cui fare attenzione è di non bagnare troppo con acqua il pennello, si rischia che il colore cammini fuori dall'immagine, il colore sui bordi va dato con pennello asciutto.





una volta trasferito il disegno con la tecnica di cui abbiamo parlato nel post precedente, con un pennello sottile si ripassano leggermente i contorni con il bianco per evitare di perdere l'immagine










Si esegue la prima stesura di bianco e si aspetta che si asciughi bene per dare i successivi strati.

Soddisfatti del punto di bianco, si creano le sfumature, le ombre, si dipingono l'occhio l'orecchio e tutti gli altri particolari.










Vi presento Kimba papà




Ciao a tutti