giovedì 28 gennaio 2016

Punto e a capo



Ciao a tutti,

ho cominciato l'avventura del chiacchierino seguendo i vari video presenti in rete, ho cercato di

seguire un filo logico, ma il passaggio dai punti base a qualcosa di più complesso mi è risultato

difficile ma soprattutto dispendioso in fatto di tempo, che è la cosa più preziosa a nostra disposizione.

Sicuramente è un mio limite, ho bisogno della carta, di un libro o rivista che posso sfogliare a mio

piacimento e in qualsiasi momento.

Questo post nasce dalla lettura di questo libro, dove vengono ben spiegati i primi passi di questa

bellissima tecnica, ma soprattutto l'autrice trasmette l'importanza di ESERCITARSI, perché sulla

carta tutto è semplice, nella pratica un po' meno:



I nodi del chiacchierino ad ago non sono difficili da eseguire,

                   Nodo doppio:            mezzo nodo A + mezzo nodo B







in questi due video  si vede bene come fare il mezzo nodo  A e il mezzo nodo B;                                                                                                             
eseguendoli si nota che i nodi tendono a girare. in questo caso giriamo il filo intorno all'ago e

continuiamo, si crea una sorta di spirale, con l'esercizio impariamo  gestire questa spirale nel 

momento in cui facciamo uscire l'ago.

Spirale mezzi nodi A


Spirale ottenuta con mezzi nodi B: gira al contrario.




Nel video seguente vediamo l'esecuzione del NODO DOPPIO











Nel chiacchierino è importante anche il NODO SEMPLICE, che viene eseguito fra due elementi

se non viene eseguito correttamente il lavoro "gira"




nodo corretto



Nel libro vengono suggeriti 10 modelli di da realizzare con difficoltà crescente, io inizio con 2 fili di

 collana con perline eseguiti solo con mezzi nodi A.

Nel prossimo post vi parlo del lavoro e di come inserire le perle, e anche delle difficoltà che sto

incontrando.

Buone idee a tutti!







Nessun commento:

Posta un commento

Grazie per il commento